Nuovi adempimenti sul lavoro occasionale (voucher) – Comunicazione Preventiva

//
Posted By
/
Comment0
/
Categories, ,

Gentili Clienti,

sabato 8 ottobre è entrato in vigore il D.Lgs 185/2016 correttivo del Jobs Act, che conferma le attese novità in merito alla tracciabilità nell’utilizzo dei buoni lavoro.

I committenti imprenditori e professionisti, che ricorrono a prestazioni di lavoro accessorio (voucher) sono obbligati, almeno 60 minuti prima dell’inizio della prestazione, a comunicare alla sede territoriale dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, mediante email i seguenti dati:

NELL’OGGETTO DELLA MAIL

  • Riportare i dati del committente: ragione sociale e codice fiscale o P.IVA

NEL CORPO DELLA MAIL

  • dati anagrafici o il codice fiscale del lavoratore;
  • il luogo dove avverrà la prestazione;
  • il giorno e l’ora esatta di inizio e di fine prestazione.

Vi ricordiamo inoltre, che la normativa prevede che per ogni ora lavorata venga riconosciuto al lavoratore un buono lavoro del valore di euro 10,00 lordi (€7,50 netti)

Restano esclusi dal nuovo obbligo i datori di lavoro domestico, gli enti pubblici e le attività non commerciali (ad esempio le Onlus e le associazioni senza fine di lucro per le sole attività rese a fini istituzionali)

In caso di violazione dell’obbligo di comunicazione è prevista una sanzione amministrativa da € 400,00 a € 2.400,00 per ciascun lavoratore per cui è stata omessa la comunicazione.

L’operatività della nuova misura è immediata, tuttavia l’Ispettorato Nazionale Lavoro ha diffuso, successivamente alla pubblicazione del suddetto decreto, la circolare n. 1 del 17/10/2016 con ulteriori disposizioni amministrative per darne concreta attuazione.

A tale proposito ha previsto che eventuali modifiche/integrazioni ad una comunicazione già trasmessa potranno essere inviate (al medesimo indirizzo) non oltre i 60 minuti prima l’inizio dell’attività cui si riferisce. E’ consigliato di conservare copia delle e-mail trasmesse.

Indirizzo competente per la provincia di Torino: voucher.torino@ispettorato.gov.it

Precisiamo che i nuovi adempimenti hanno la finalità esclusivamente antielusiva di tracciare la presenza del lavoratore, pertanto non sostituiscono le consuete comunicazioni da effettuare all’INPS prima dell’inizio della prestazione lavorativa.

Cogliamo l’occasione per inviare i migliori saluti.

Leave a Reply

quattordici − tredici =